Legge elettorale, l'inutile indicazione dei capipartito

Legge elettorale, l'inutile indicazione dei capipartito

Legge elettorale, l’inutile indicazione dei capipartito

La legge elettorale in discussione alla Camera prevede che assieme al simbolo i partiti debbano depositare il programma e l’indicazione del capo della forza politica. Norma che non ha riscosso molti consensi se, come è vero, emendamenti sono giunti un po’ da tutti gli schieramenti: c’è chi, come il Movimento 5 Stelle,  propone di fatto il veto a Berlusconi; poi c’è chi, il centrodestra, vuole che aspirante premier sia il leader del partito che ha preso più voti; e ancora c’è Mdp che preferisce il riferimento al capo della coalizione. E infine ci siamo noi: che di fronte al profluvio di proposte in contrasto l’una con l’altra chiediamo semplicemente di togliere dalla legge l’indicazione del capo partito. Almeno eviteremo di prendere in giro gli italiani…

Massimo Parisi

Related Articles

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close